Tamponi rapidi e interessi dei privati

In alcuni comuni brianzoli i tamponi vengono fatti, a pagamento, da una Fondazione costituita solo il 3 novembre - lo stesso giorno in cui la Giunta Fontana, travolta dal collasso del sistema di tracciamento, ha deliberato le indicazioni ai privati a questo scopo - e di cui è vicepresidente il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia.

Eppure il Sindaco di Mezzago - lista civica di destra sostenuta dalla Lega - nella delibera con cui da il via alla collaborazione con la Fondazione parla di “know how”, riferendosi però a un ente nato una decina di giorni prima e che tra l’altro cita tra i suoi scopi la formazione professionale e non la salute o la prevenzione.

C’è poi il pasticcio di date e dichiarazioni, con il coordinatore di Fratelli d’Italia che parla di 2018 come data di nascita dell’ente, ma poi ritratta e ammette 2020, oppure ancora l’ATS Brianza che prima dice di non aver ricevuto comunicazioni dalla Fondazione ma poi ammette qualche giorno dopo che sì, in realtà erano stati avvisati della cosa.

Benissimo chi vuole fare la propria parte, ma la vicenda pare davvero poco chiara e pasticciata.

Follow me:

© 2020 Pietro Bussolati