Treni: "Fontana e Terzi non raccontino storie, i treni non si acquistano al supermercato"

MILANO - “Fontana e Terzi non raccontino storie, nessuno può comprare quindici treni come se fosse al supermercato, né tantomeno portarseli a casa in poche settimane. Se arriveranno più treni dei 161 previsti, 31 dei quali bloccati al TAR, noi saremo contenti, ma quelli annunciati per novembre sono con tutta probabilità una parte della commessa che FS, grazie alle risorse messe a disposizione dal governo precedente, vengono dati a tutte le Regioni tranne la nostra, che li deve pagare a causa dell’assurda governance di Trenord, o l’anticipo di treni già previsti dalle precedenti gare. Insomma, la Regione faccia chiarezza e non prenda in giro i pendolari, come ha fatto quando ha annunciato l’arrivo di una manciata di treni usati per i quali, oltretutto, Trenord ha anche dovuto pagare l’affitto e che non hanno significativamente inciso su un servizio che continua ad essere non all’altezza della nostra Regione.”

Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Pietro Bussolati in merito all’annuncio secondo cui entro novembre la Regione avrà 15 nuovi treni in più rispetto al piano d’acquisto di 161 treni deliberato dalla precedente Giunta Maroni, in virtù di un risparmio ottenuto sulla stessa gara.

Follow me:

© 2019 Pietro Bussolati