ARTICOLI E DICHIARAZIONI

ARTICOLI E DICHIARAZIONI

MILANO - "L'annuncio del sindaco Sala di un aumento del costo del biglietto deriva da un'effettiva crescita e un miglioramento del sistema dei trasporti, a cui abbiamo assistito in questi anni, comprese la costruzione di due nuove linee metropolitane e la scelta di riqualificare la flotta in termini di mobilità sostenibile. Come dimostra oggi il via libera al primo autobus 100% elettrico.

Ora è necessario lavorare con sindaci della Città Metropolitana di Milano e Regione Lombardia per l'obiettivo di una tariffazione unica integrata, che coinvolga almeno tutta l’area metropolitana milanese. Una scelta, questa, che favorirebbe un maggiore utilizzo dei mezzi pubblici e quindi l’abbattimento dell’inquinamento, così come una riduzione della congestione stradale. Occorre superare le attuali tariffe, che non tengono conto dell’effettivo utilizzo del trasporto pubblico locale".

MILANO - "Mercoledì di passione per 350mila pendolari lombardi, ieri. Dalle 9 alle 17 si è fermato il 100% dei treni, in seguito allo sciopero indetto dal sindacato Orsa. La carenza di personale costringe a straordinari che superano il limite contrattuale, imponendo turni di servizi fino a 10 ore di fila.
C'è però una curiosa coincidenza, come denunciano oggi alcuni organi di stampa: il boom di soppressioni è iniziato proprio dopo che l'Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria ha avviato i controlli sugli straordinari del personale e sui materiali non revisionati.
Trenord è un’azienda ormai al collasso e fuori controllo, con macchinisti e capitreno che lavorano sotto organico mentre vengono elargiti premi aziendali per i dirigenti. In campagna elettorale Fontana non ha speso una parola sul sistema dei trasporti e sul futuro di Trenord. Adesso però Regione Lombardia deve delle risposte alle centinaia di migliaia di pendolari, che hanno diritto a viaggiare dignitosamente".

All’indomani della sconfitta del Partito Democratico alle ultime elezioni, credo serva una seria analisi delle condizioni sociali, politiche e culturali che hanno portato a questo risultato.
Ho condiviso l’analisi del segretario reggente, Maurizio Martina, a cui va innanzitutto il mio grande in bocca al lupo per la difficile e delicata fase che sta gestendo.

Ci troviamo in questa sede, l’Assemblea metropolitana degli iscritti ed elettori del PD, a commentare una sconfitta dura e netta che ha origini lontane e che deriva da una forbice di diseguaglianza di reddito, ma anche di opportunità. Una diseguaglianza che corre su fratture geografiche, di genere e generazionali, oltre che sociali ed economiche.
Mi riferisco a situazioni di marginalità e di povertà non solo economiche, ma anche culturali e sociali, a cui dobbiamo saper dare maggiori risposte, più radicali, più decise. Risposte che non siamo stati capaci di dare.

Continua a leggere

MILANO - "I nostri migliori auguri di buon lavoro a due donne di grande valore. Ad Anna Scavuzzo, che siamo certi saprà affrontare al meglio questa nuova e delicata sfida, e a Laura Galimberti, già dirigente comunale, che vanta una solida esperienza tecnica sul tema dell'edilizia scolastica. Siamo al fianco del Sindaco Sala che - proprio in questa fase -indica l'urgenza e la necessità di incrementare gli sforzi a partire dalle periferie, con la produzione di un piano che promuova azioni significative per garantire un rafforzamento della sicurezza sociale.
Un'ottima scelta, da parte del sindaco, che ha individuato un profilo di competenze per praticare un'azione amministrativa ancora più dirompente. Una scelta che, come Partito Democratico, ci impegneremo a sostenere, lavorando con la squadra dell'amministrazione comunale, perché gli interessi dei milanesi e di Milano siano anteposti, sempre, a qualsiasi altra decisione".

Così il segretario metropolitano del PD, Pietro Bussolati, commentando le nuove deleghe in Giunta.

Follow me:


© 2017 Pietro Bussolati