ARTICOLI E DICHIARAZIONI

ARTICOLI E DICHIARAZIONI

OLIMPIADI: "AL FIANCO DI SALA, GOVERNO GIALLO-VERDE DEBOLE"

MILANO - "Sulla partita delle Olimpiadi il governo giallo-verde sembra molto debole, oltre che in pieno imbarazzo politico. Siamo al fianco del sindaco Sala: è necessario che tutte le forze politiche, al di là delle posizioni, facciano fronte comune per non sciupare una grande occasione di sviluppo, per Milano e per l'intera Lombardia".

Così il segretario metropolitano del PD, Pietro Bussolati, interviene nel dibattito sulle Olimpiadi invernali.

MINNITI A MILANO: "HA LAVORATO PER GOVERNARE PAURE E ILLEGALITA"

MILANO -"Oggi alla Festa de l'Unità "Eppure il vento soffia ancora" parliamo di sicurezza con Marco Minniti e la vicesindaca del Comune di Milano, Anna Scavuzzo. Perché la sicurezza è di sinistra, ma soprattutto è un bene che coinvolge la vita delle persone, i loro diritti e i loro doveri. Marco Minniti, a capo del Viminale, ha lavorato per governare paura e illegalità, le stesse che oggi chi è al Governo usa per farsi campagna elettorale e ammantare il vuoto totale di visione e politiche.
Sulla sicurezza - che si chiami immigrazione, terrorismo, periferie, criminalità - si misura soprattutto la tenuta della nostra democrazia e dell'Europa unita. Sfide queste che sta a noi, forze di sinistra, governare per dare risposte tangibili ai cittadini".

Così in una nota il segretario metropolitano del Pd, Pietro Bussolati, spiega il senso del dibattito di questa sera alle 21:00, "La sicurezza è di sinistra" con Marco Minniti, Anna Scavuzzo e Paolo Razzano, nell'ambito della Festa de l'Unità in Darsena.

"QUELLA DI ORBAN NON E' LA NOSTRA EUROPA, PER QUESTO SAREMO IN PIAZZA"

MILANO - "L'Europa di cui hanno bisogno Milano e l'Italia è forte e integrata, ben lontana da quella invece disgregata che ha in mente il premier Orbán, accolto oggi da Matteo Salvini nella nostra città.

Se c'è un politico che più di tutti incarna il contrario degli interessi del nostro Paese in UE quello è proprio il primo ministro ungherese, autore di politiche sovraniste e xenofobe. Anziché minacciare di tagliare i fondi dell'Italia all'UE e tendere la mano a Orbán, questo Governo e Salvini dovrebbero adoperarsi per tagliare i fondi proprio a quei Paesi come l'Ungheria, che non si è finora fatta carica di accogliere nessun richiedente asilo. L'Europa di Orbán non è la nostra, e oggi saremo in piazza con migliaia di milanesi che non vogliono vedere Milano e l'Italia svendute dal ministro Salvini, in nome della sua campagna elettorale permanente".

Così il segretario metropolitano del PD, Pietro Bussolati, a margine della manifestazione "Europa senza muri", a cui aderisce e partecipa la Federazione dem di Milano Metropolitana, che rappresenterà anche la comunità del Circolo PD di Parigi, che ha espresso pieno sostegno all'iniziativa.

FESTA DE L'UNITA' 2018: "EPPURE IL VENTO SOFFIA ANCORA"

MILANO -  «Occasioni di aggregazione e dibattito aperto in periferia. La rinascita dei nostri quartieri periferici, infatti, non passa solo attraverso la riqualificazione urbanistica, ma soprattutto mediante la creazione di momenti di condivisione e socialità, che offrono al cittadino possibilità di confronto, partecipazione e manifestazioni culturali. Questo vuol essere la Festa de l’Unità 2018, una festa itinerante, che arriva nei quartieri, ed è aperta a chiunque voglia offrire un contributo, non solo al partito Democratico, ma soprattutto alla città e al Paese». Così il segretario del PD Milano Metropolitana, Pietro Bussolati, alla conferenza stampa di presentazione della Festa de l’Unità 2018, Eppure il vento soffia ancora, in programma da giovedì 30 agosto a domenica 23 settembre.

In forma di evento diffuso, quest'anno la kermesse democratica farà otto tappe nelle zone della città, con appuntamenti nei quartieri di Bruzzano, Olmi, Darsena, Bonola, Lambrate, Corvetto, Turro, Chiesa Rossa. Tra centro e periferia, la Festa de l'Unità 2018, per sedici giorni, ogni settimana dal giovedì alla domenica, offrirà occasioni di dibattito e presentazioni di libri nelle aree dedicate, i cui nomi sono ispirati all'immagine protagonista della festa: il vento. Nelle varie location saranno presenti due sale, una intitolata “Maestrale” e l'altra “Tramontana”, e la libreria ribattezzata “Scirocco”.

Continua a leggere

Follow me:


© 2017 Pietro Bussolati