ARTICOLI E DICHIARAZIONI

ARTICOLI E DICHIARAZIONI

MILANO - "Nessuna ammissione di colpa né assunzione di responsabilità da parte della giunta leghista di Cologno Monzese. Dopo aver organizzato una rievocazione storica di un campo della Wehrmarcht, a pochi giorni dal 25 Aprile, il sindaco Rocchi - che cita problemi di ordine pubblico, imputandoli peraltro all'opposizione - fa marcia indietro, costretto da una mobilitazione civica e democratica, annullando l'iniziativa per riproporla in una data "neutra", ovvero i prossimi 9 e 10 giugno. Del tutto imbarazzanti e risibili i tentativi chiarificatori da parte della maggioranza, che assomigliano molto a inefficaci arrampicate sugli specchi, con l'assessora alla Cultura, Dania Perego, che prova goffamente a ricondurre il tutto ad un mero errore comunicativo. Resta evidente, invece, che non c'è stato alcun ripensamento rispetto all'organizzazione di un evento che altro non era che revisionismo storico, il quale resta indegno e intollerabile, tanto il 25 Aprile, quanto in altra data".

MILANO - Volti alla libertà: è questo lo slogan che il PD Milano Metropolitana ha scelto per celebrare il 25 Aprile, quest'anno. 
"C’è bisogno di ricordare i volti e le storie di chi ha animato un coraggioso passato di Resistenza e Liberazione dal nazifascismo. Nell’ultimo periodo abbiamo assistito a provocazioni sempre più pericolose che ci ricordano ancora di più l'importanza di tenere alta la guardia sui nostri valori democratici e antifascisti: dall’assassinio di Mireille Knoll, cittadina francese superstite dell'Olocausto a Parigi, al più recente attacco all’Istituto Pedagogico della Resistenza a Milano.
Ecco perché vogliamo che i protagonisti delle celebrazioni della Liberazione, quest'anno, siano coloro che hanno combattuto per la Resistenza a Milano Metropolitana; ogni circolo del Partito Democratico adotterà un partigiano, e ne farà sfilare volti e storie al corteo del 25 Aprile.
Nel DNA del Partito Democratico c’è la passione per la democrazia, l’antifascismo e la libertà. Volti alla libertà, di ieri e di oggi, per costruire la libertà di domani".

MILANO - "Una giunta a trazione leghista, con un numero di assessori del partito di Salvini che doppia quelli di Forza Italia. Così si presenta la squadra designata oggi dal neo presidente Attilio Fontana, dove a stupire e deludere sono anche l'esiguo numero di donne scelte e la magra presenza di esponenti politici provenienti dalla città metropolitana di Milano. Mancano figure espressione dei mondi vitali e di quelle eccellenze di cui la Lombardia è ricca, con nomine limitate a una cerchia ristretta e prive di quella forza necessaria a imprimere un cambiamento alla nostra Regione. Premiate, quindi, le logiche di fedeltà a Salvini: noi dai banchi del'opposizione vigileremo affinché la nuova giunta serva gli interessi veri della lombardia e si adoperi per risolvere i problemi concreti dei lombardi, senza dover subìre le tensioni che si consumano a Roma".

Così in una nota il consigliere regionale del PD, Pietro Bussolati.

MILANO - "Ortica rinasce nonostante i vostri ignobili sfregi, sempre. Lo dico ai vigliacchi che nella notte hanno deturpato il murale dedicato al Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa nel quartiere dell'Ortica, con parole indegne. Un gesto vile e antidemocratico che cancelleremo, continuando a tenere viva la memoria di un uomo che ha servito le Istituzioni con dignità e responsabilità".

Così in una nota il segretario metropolitano del PD, Pietro Bussolati, esprime il suo sdegno per lo sfregio avvenuto nel quartiere dell'Ortica al murale dedicato al Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa.

Follow me:


© 2017 Pietro Bussolati