ARTICOLI E DICHIARAZIONI

ARTICOLI E DICHIARAZIONI

MILANO "Solidarietà alla Lega, a cui è stata recapitata una lettera con bossoli e proiettili, nella sede di Varese. L’uso della violenza e delle minacce a sfondo politico non troveranno mai appoggio, ma sempre la nostra ferma condanna. Il clima d’odio è ormai irrespirabile e, al di là delle appartenenze partitiche, dobbiamo esserne consapevoli. Soprattutto perché spetta a tutti non solo contrastarlo, ma anche non alimentarlo".

Così in una nota il segretario metropolitano del PD, Pietro Bussolati, esprime la solidarietà alla Lega, a cui hanno recapitato nel pomeriggio di ieri, nella sede di Varese, una lettera contenente bossoli e proiettili.

MILANO - "Vigliacchi fascisti hanno distrutto la targa di Galeotta Bianchi, la partigiana Lia, uccisa per mano nazista nell'insurrezione del 1945. Un oltraggio indegno alla memoria antifascista della nostra città. Ma sappiano questi signori, che Milano non di piegherà mai alle loro ignobili minacce".

Così il segretario metropolitano del PD, Pietro Bussolati, denuncia l'attacco neofascista che ha spezzato in due la targa dedicata a Gina Galeotti Bianchi, la partigiana Lia, alla quale è intestato in zona Niguarda il giardino di via Hermada.

MILANO - "Il Partito Democratico e il centrosinistra tengono a Milano Metropolitana, così come in Lombardia. Questo ci dicono i risultati del primo turno delle elezioni amministrative 2018. In alcuni Comuni registriamo positivi avanzamenti rispetto al voto del 4 marzo, come ad Arese, dove il PD cresce del 15%, e a Cinisello Balsamo (+5%). Non possiamo però negare l'amarezza per il risultato del Comune di Bresso, dove il centrodestra a trazione leghista prevale, sulla scia della scellerata campagna elettorale permanente di Salvini.

Molto orgogliosi per la straordinaria vittoria di Arese, dove la sindaca uscente Michela Palestra si riconferma con il 64%, spinta dai 42 punti percentuali raccolti dal PD. Complimenti anche alla sindaca di Bellinzago Lombardo Angela Comelli, la cui lista civica sostenuta dal PD vince con il 48%, e alla neosindaca di Zibido San Giacomo Sonia Belloli, vincitrice con il 43% dei voti. Ringraziamo tutti i candidati e le candidate, anche i non eletti, per l'impegno in una campagna elettorale carica di passione e che ha sempre messo al centro l'interesse dei cittadini e la ricerca di soluzioni concrete.

Nonostante si temesse la prosecuzione del trend negativo del voto del 4 marzo, i risultati di oggi ci dicono che il Partito Democratico sostiene sul territorio proposte e persone credibili per i cittadini. Questo è un punto da cui ripartire, subito, con coraggio e unità, per vincere le due importanti sfide del ballottaggio nei Comuni di Cinisello Balsamo e Gorgonzola".

Così in una nota il segretario metropolitano del PD, Pietro Bussolati, commenta i risultati del primo turno delle amministrative a Milano Metropolitana.

MILANO - Oltre 4mila persone hanno risposto all’appello per una mobilitazione civica in difesa delle istituzioni democratiche lanciato dal Partito Democratico di Milano Metropolitana e a cui hanno partecipato tante espressioni della società civile tra cui ACLI, ANPI, ANED, Movimento Federalista Europeo e, tra le forze politiche, Milano Progressista, +Europa, Radicali, e figure come il critico Philippe Daverio e il già presidente della Regione Lombardia Piero Bassetti. Presenti anche numerosi militanti PD delle federazioni regionali di Piemonte, Liguria, Veneto ed Emilia-Romagna.

All’introduzione del segretario metropolitano del PD Pietro Bussolati sono seguiti gli interventi del segretario regionale lombardo Alessandro Alfieri, del presidente delle ACLI milanesi Paolo Petracca, del sindaco di Bergamo Giorgio Gori, della segretaria generale CGIL Lombardia Elena Lattuada, della fondatrice delle Famiglie Arcobaleno Maria Silvia Fiengo, e del critico d’arte Philippe Daverio.

Nel corso della manifestazione sono state inoltre raccolte oltre 500 firme che si vanno ad aggiungere alle 350 già arrivate in questi giorni per sostenere l’appello dei sindaci di Milano “Milano, l’Italia, l’Europa”.

“Questa piazza è la migliore risposta a chi chiedeva se valesse la pena esserci, oggi che nasce il governo Lega-Cinque Stelle – dichiara il segretario Bussolati – . Al nuovo governo auguriamo buon lavoro, perché noi siamo democratici sempre, non a giorni alterni. Ma vigileremo perché non si calpestino i nostri valori democratici ed europei. Siamo in tantissimi, cittadini di Milano, della Lombardia, delle regioni del Nord Italia, per ribadire con forza che abbiamo la testa in Europa, il cuore in Italia. Da qui ripartiamo - conclude Bussolati - unendo chi crede in questi valori, per un’opposizione seria, nel merito, e per costruire un fronte ampio, progressista, europeista”.

Follow me:


© 2017 Pietro Bussolati