La Lega usa il pirellone come se fosse via Bellerio. Non siamo sudditi di Salvini.

MILANO - La Lega occupa il palazzo dei lombardi come se fosse la loro sede di via Bellerio. Impone un consiglio urgente e straordinario non sul lavoro, non sui trasporti dove i pendolari soffrono ogni giorno, non sul deserto demografico, sui giovani che non studiano e non lavorano, sulla sanità pubblica, sulla lotta alle diseguaglianze. No lo impongono per portare avanti la forzatura delle regole su un referendum sulla legge elettorale per piegare il capo davanti ai diktat di Salvini.

Per questo motivo mi sono presentato con una vecchia felpa della Lega, quando tifavano per la secessione non per il maggioritario, spiegando a Fontana e ai leghisti che mi sono vestito per seguire la loro moda di usare i palazzi istituzionali come appendici di sedi di Partito.

Fuori la Lega dal Pirellone, Fontana e la giunta lombarda corrono non per risolvere i problemi dei Lombardi ma solo per ubbidire a Salvini.

 felpa 0   felpa 1

Follow me:

© 2019 Pietro Bussolati