ATTIVITA' POLITICA

ATTIVITA' POLITICA

APPELLO PER ZINGARETTI

Crediamo nell’uguaglianza, nei diritti umani e nella democrazia. L’uguaglianza come condizione di partenza per tutti senza distinzione di “sesso e orientamento sessuale, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”. I diritti umani come base non negoziabile per stare insieme su questa Terra. La democrazia liberale come strumento essenziale per ottenere uguaglianza e proteggere i diritti umani. Dunque noi stessi.

Noi siamo europeisti. Vogliamo un’Europa rinnovata, perché sia più solidale, unita e forte nelle relazioni con le altre potenze, all’insegna del multilateralismo, perché non tolleriamo che trionfi la legge del più forte.

Noi siamo federalisti. Crediamo nell’autonomia differenziata e nella necessità di avvicinare risorse con la capacità di spesa, nella forza delle città capaci di coniugare sviluppo e inclusione. Vogliamo un federalismo sano che sappia correggere gli errori del passato e chiarire responsabilità e competenze di ogni Istituzione, ponendo le condizioni per renderle davvero al servizio dei cittadini.

Crediamo in un partito federale e nella valorizzazione delle esperienze politiche locali per questo riteniamo che nei criteri di selezione della classe politica vadano presi in considerazione in primis i territori espressione di potenziali  candidature. Noi siamo ambientalisti. Siamo convinti che il mondo in cui viviamo sia minacciato dall’avidità e che sia doveroso proteggerlo a tutti i costi. Perché ci sia un mondo migliore domani, deve esserci prima di tutto un mondo.

Noi crediamo in noi stessi. Crediamo l’investimento più importante sia nel capitale umano. Dunque crediamo nella pubblica istruzione, nella valorizzazione del talento e della ricerca e in una sanità efficiente come pietre angolari del progresso. Crediamo nel welfare come strumento di riscatto contrapposto all’assistenzialismo. Lottiamo per il lavoro e per maggiori diritti e opportunità per le lavoratrici e i lavoratori.

Noi crediamo nello sviluppo sostenibile, come unico sviluppo possibile e come unica soluzione per consentire a tutti di uscire dalla povertà. E sappiamo che senza crescita non ci potrà essere redistribuzione. Per questo sosteniamo il settore privato affinché possa fare innovazione, creare occupazione e progresso economico, sociale e culturale.

Noi crediamo nel commercio internazionale come strumento di sviluppo imprescindibile e come essenziale per permettere a tutti, a tutte le latitudini, di uscire dalla povertà.Crediamo nel libero movimento delle persone, nel dovere di proteggere chi scappa da guerre, conflitti e violazioni dei diritti umani. Crediamo che accoglienza e integrazione possano funzionare solo attraverso regole condivise che vadano di pari passo al rispetto della legalità.

Siamo preoccupati dei rischi che si stanno addensando sull’Italia e siamo determinati a contrastare le scelte antieuropeiste e assistenzialiste del governo. Queste scelte rappresentano serie minacce al nostro territorio, perché colpiscono al cuore il nostro sistema produttivo con provvedimenti profondamente dannosi che creano incertezza, aumentano la precarietà e la disoccupazione.

Siamo iscritti, dirigenti, amministratori del PD metropolitano milanese e abbiamo verificato con l’esperienza che il Partito Democratico è forte quando è plurale e quando non si sottrae alla sfida dell’innovazione. Quando è capace di fare sintesi di posizioni diverse, quando è determinato a governare. Questo metodo ci ha permesso di allargare a una coalizione, di vincere e poi di governare facendo scelte per lo sviluppo e la solidarietà.

Non vogliamo che il PD cada nell’irrilevanza. Per questa ragione, abbiamo deciso di sostenere Nicola Zingaretti a candidato segretario.
Con la formazione del governo Lega M5S si è aperta una era politica drammatica e nuova. La affrontiamo con l’orgoglio delle battaglie passate e con la consapevolezza di dover trovare nuove risposte per tornare a essere considerati una alternativa dagli italiani.

Apprezziamo il suo impegno a cambiare e unire e la sua esperienza nel Lazio, dove, con una coalizione larga che comprende movimenti di sinistra e esperienze civiche, è stato in grado di vincere anche il 4 marzo. Riteniamo la sua proposta per la lista delle elezioni europee quella più capace di aggregare tutte le forze europeiste in una battaglia che sarà determinante per il  futuro dell’Italia e dell’Europa. Riteniamo che possa garantire quel processo di costruzione di un Partito democratico federale, offrire spazi di autonomia ai territori e maggiore capacità di essere in contatto con associazionismo e realtà produttive.

Lo sosterremo con la forza delle nostre convinzioni, consapevoli che la forza del PD c’è quando questo sa essere luogo di discussione, non di litigio, e di decisione.


Paolo Battista Angeli, Alice Arienta, Fabio Arrigoni, Francesco Ascioti, Bruno Barsanti, Mario Bianco, Fabio Bottero, Erik Burckhardt, Pietro Bussolati, Tiziana Capece, Maria Grazia Carminati, Luigi Costanzo, Vito Curci, Bilal Daaou, Luigi De Antoni, Michele Ferrazzano, Angelo Golin, Lucia Gullà, Stefano Indovino, Angelo Inzoli, Simone Locatelli, Nicola Lombardo, Pierfrancesco Maran, Santo Minniti, Eleonora Montani, Lorenzo Musotto, Giulia Pelucchi, Brunella Polignano, Alberto Pontara, Memmo Ragusa, Alessandro Ramazzotti, Paolo Razzano, Luca Rondena, Enzo Salvaggio, Armando Sandretti, Yuri Santagostino, Margherita Scalfi, Massimo Scarinzi, Gaia Tartaglia, Michele Valtorta, Angelica Vasile

Follow me:


© 2017 Pietro Bussolati